Orvieto Underground: viaggio nella «città sotterranea»

ORVIETO UNDERGROUND TOUR

Suggerimenti per una breve visita a Orvieto.

Il mio ultimo viaggio nella città umbra è stato di appena 24 ore e, avendo poco tempo a disposizione, ho scelto un programma breve: una piacevole camminata a piedi per Corso Cavour, l’immancabile visita al Duomo di Orvieto —che non vedevo da molti anni— e il tour guidato alla “città sotterranea”, Orvieto Underground.

L’arrivo in Stazione, la Funicolare, le Circolari in partenza da piazza Cahen —quasi a ciclo continuo—, l’ingresso ai Giardini Comunali affacciati sulla Fortezza di Albornotz; piazza del Popolo e il Palazzo del Capitano, la via del Corso, la Torre del Moro e, infine, il Duomo maestoso. Immagini di una città che ha maturato nel tempo una moderna vocazione al turismo e oggi mostra il meglio di se.

Dopo una breve sosta nel B&B scelto per la notte, alle ore 16 da piazza Duomo 23 parte il tour guidato alla scoperta della “città sotterranea”.

La visita a Orvieto Underground mostra un lato nascosto e pieno di fascino: dura in tutto 60 minuti, compresi gli spostamenti esterni e interni e le spiegazioni della guida.

**Per acquistare il biglietto della visita, l’entrata dell’Agenzia si trova dal lato opposto della piazza del Duomo, di fronte alla porta di ingresso –in direzione della fermata degli autobus e dei taxi–. Il prezzo intero del biglietto è di 6€.**

LA CITTÀ IPOGEA

La natura geologica del masso su cui sorge Orvieto ha consentito agli abitanti —nel corso di tre millenni— di scavare un incredibile numero di gallerie che si intrecciano al di sotto del tessuto urbano. La visita consente di esplorare due grotte, delle oltre 1000 censite dagli speleologi, ma vale il prezzo del biglietto.

La maggior parte delle cavità, quelle segnate in rosso sulla mappa, sono “grotte private” spesso collegate con una abitazione in superficie.

Orvieto underground tour

Si tratta di grotte artificiali scavate dall’uomo fin dall’epoca etrusca (VII sec. a.C.) e si è continuato a scavare fino a un centinaio di anni fa, perché sulla Rupe non c’è acqua –che si trova alla base–, questo è dovuto alla struttura geologica del suolo.

Orvieto è costruita su una base di argilla depositata dal mare milioni di anni fa, quando il mare si è ritirato –circa centomila anni fa– si è verificata una grande esplosione vulcanica che ha ricoperto la vallata di detriti. Il tufo, la pozzolana e il travertino sono materiali molto porosi e quando piove l’acqua piovana viene assorbita, come una spugna, per questo ad Orvieto di sopra non c’è acqua.

L’affascinante visita di Orvieto sotterranea è un viaggio nel tempo, attraverso secoli di trasformazioni, dove gli antichi cunicoli conservano la storia delle abitudini degli uomini: dalla produzione dell’olio, all’allevamento dei piccioni nelle colombare, alla miniera per l’estrazione della pozzolana e del tufo –usati per per costruire la città di sopra–, alle gallerie usate come rifugio durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Sicuramente una visita da non perdere!

MANGIARE E DORMIRE A ORVIETO

Gli alloggi e i punti ristoro in città sono moltissimi. Io ho viaggiato in coppia e per il pernottamento ho scelto il B&B La Soffitta e La Torre, dove mi sono trovata molto bene, affacciata su piazza del Popolo con il suggestivo Palazzo del Capitano. Lo sfondo ideale di una piacevole giornata in Umbria, oltre ad essere un punto strategico per gli spostamenti.

Non sono mancate le tappe gastronomiche: il panino con la porchetta all’osteria tipica orvietana L’Oste del Re, lo spezzatino di cinghiale al ristorante Antico Bucchero, i tozzetti alle mandorle e il caffè; ce n’è per tutti i gusti resta solo l’imbarazzo della scelta e…  TripAdvisor!

Mariavittoria Ponzanelli

Mariavittoria Ponzanelli

Digital PR, Web Copywriter, Web Director. Dal 2012 è Social Manager di ©romaapiedi.com – progetto per un turismo più social. Nel 2016 fonda il Magazine Italia a piedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa cookie di terzi per analizzare il traffico. Per dettagli o per gestire il consenso, leggi la Privacy Policy and la Cookie Policy