Rinascimento segreto continua fino al 1° ottobre

Avrebbe dovuto chiudere il 13 settembre, ma dato l’enorme successo riscosso –più di 48.000 visitatori– la mostra Rinascimento segreto a cura di Vittorio Sgarbi proseguirà fino al 1 ottobre.

RINASCIMENTO segreto | La mostra è un percorso tutto dedicato al Rinascimento italiano composto da circa settanta opere, tra dipinti e sculture, disegni e oggetti d’arte, dall’inizio del Quattrocento alla metà del Cinquecento. Un patrimonio artistico quasi sconosciuto e non esposto nei musei pubblici perché proprietà di fondazioni, istituzioni e collezionisti.

SEDI DELLA MOSTRA

Le tre sedi, che ospitano la mostra, sono ad Urbino il Palazzo Ducale, Sale del Castellare, a Fano il Museo Archeologico e Pinacoteca del Palazzo Malatestiano, Sala Morganti, e a Pesaro i Musei Civici di Palazzo Mosca.

Le Sale del Castellare del Palazzo Ducale di Urbino sono uno dei più interessanti esempi architettonici ed artistici dell’intero Rinascimento italiano progettato dal duca Federico da Montefeltro. Nella sede urbinate sono raccolti dipinti e disegni realizzati da artisti rappresentativi delle principali scuole pittoriche italiane: da quella toscana a quella ferrarese, da quella emiliana e romagnola a quella centroitaliana (tra cui Raffaello, Perugino e Cola dell’Amatrice).

Ai Musei Civici di Palazzo Mosca a Pesaro la collezione ruota attorno a uno dei maggiori capolavori del Rinascimento italiano: la Pala dell’Incoronazione della Vergine di Giovanni Bellini, punto di partenza della mostra. La raccolta permanente è arricchita da pregevoli dipinti realizzati da artisti in parte meno celebri ma altrettanto degni di nota.

A Fano, in riferimento alla tradizione romana della città, è stato selezionato un nucleo di sculture realizzate da abili artisti come Desiderio da Settignano, Antonio Rossellino e Agostino di Duccio.

Grazie alla formula del biglietto unico, le tre sedi sono facilmente raggiungibili con l’Adriabus al costo di 1 euro aggiuntivo al biglietto della mostra.

Per maggiori informazioni, si può consultare il sito della mostra

Italiaapiedi Magazine

Italiaapiedi Magazine

Italia a piedi è un "magazine online" dedicato al mondo del turismo e una "associazione culturale non-profit" che promuove il turismo sostenibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi